HOME           LIBRARY           ARTISTS           EXHIBITIONS           CONTACT


La galleria Conceptual inaugura un esposizioni con una selezione di opere anni 60 dell'artista GIUSEPPE DESIATO

20 Aprile - 30 Maggio 2017



Giuseppe Desiato attinge alla corposa vena icastica della piu autentica tradizione napoletana per dar volto e svelare, attraverso un lavoro tutto costruito sul corpo e col corpo, fantasmi e tabu di una cultura piccolo borghese, permeata di cattolicesimo di maniera. II sesso come demistificazione dei valori codificati, la conquista del blasfemo nella fusione di oggetti-simbolo sacrali ed erotici, gli agganci con la pornografia come liberazione delle cariche emotive e della fisicita sempre costretta nell'oppressione di ruoli, vincoli e convenzioni. Questi i temi Cari a tutto un settore attuale di dichiarato impegno politico, considerati ed utilizzati da Desiato fino dai primi anni sessanta, alla continua ricerca di quel punto di frattura per cui, nel pubblico, sdegno a reazione farebbero posto alla smascheratura della repressione e dei suoi codici ed alla chimera di un rinnovamento etico. A fianco ed insieme alla tematica religiosa e sessuate, la famiglia rappresenta il luogo in cui si scaricano le contraddizioni di tutto un sistema, divenendo cosi il terreno preferito per le storie vissute di Desiato. Relazioni interpersonali, scoperta progressiva della corporeita, senso del peccato insuperato pure nei momenti di maggior tensione, le maschere di Desiato si muovono nello schermo come manichini ed insieme a loro. Fa da contrappunto e da pungente commento alle immagini una musica Popo|are Napoletana tale da trasformare ogni film performance in una sorta di danza macabra, in cui proprio laddove sombre che la vita trionfi, e la morte ad essere padrona. Accede cosi che tutti i personaggi di Desiato, la sposa all altare del sacrificio, i bambini incartati in lustrini ed ornamenti da pochi soldi, i desideri e le esperienze di una adolescenza che sta crescendo ,l esibizionismo delle bambole manichino e la loro identificazione con l oggetto di ogni pulsione sessuale in un totalizzante rapporto di passivita,possono ugualmente essere vissuti come inizio della liberazione o come ultima scintilla di una vitalita morente.